Nel Credo degli Apostoli viene menzionata con queste parole: «Gesù è salito al cielo, siede alla destra del Padre. Twitter. Ascensione di Gesù, ecco le cose da sapere 20/05/2020 Si celebra quaranta giorni dopo la Pasqua e conclude la permanenza visibile di Dio fra gli uomini. Nell'ambito della new age il termine ascensione è generalmente utilizzato come sinonimo di crescita evolutiva, sia nel senso di un'accresciuta consapevolezza spirituale, sia anche in un senso più strettamente fisico e materiale. San Paolo negli stessi ‘Atti’ (13, 31) dice che il Signore si fece vedere dai suoi per “molti giorni”, senza specificarne il numero, quindi è ipotesi attendibile, che si tratti di un numero simbolico. Diverse sono le tradizioni legate alla liturgia di questa festa, tra cui le processioni dell'Ascensione, con torce e stendardi raffiguranti Cristo risorto. Ascensione di Gesù, ecco le cose da sapere Si celebra quaranta giorni dopo la Pasqua e conclude la permanenza visibile di Dio fra gli uomini. Ascensione di Gesù: Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: «Signore, è questo il tempo nel quale ricostituirai il regno per Israele?». Si ricorda inoltre un affresco di Buffalmacco (XIII sec.) Facebook. ASCENSIONE DI GESU' Atti 1: 1-26: 1 Caro Teòfilo, nel mio primo libro ho raccontato tutto quello che Gesù ha fatto e insegnato cominciando dagli inizi della sua attività, 2 fino a quando fu portato in cielo. Completano l’ambientazione due schiere di angeli e santi che ordinati in file sovrapposte, con un gusto squisitamente medievale, accompagnano l’Ascensione ripetendo le mani di Gesù alzate e tese verso l’alto, come per volere condividere con Lui l’evento straordinario. ASCENSIONE DI GESU', Pittori dal XIV e XVII secolo (1300-1600). ascensione Elevazione al cielo di Gesù, avvenuta, secondo il racconto di Luca e degli Atti, a Betania 40 giorni dopo la resurrezione.. Dogmaticamente l’A. L’Ascensione di Gesù al Cielo, è la grandiosa conclusione della permanenza visibile di Dio fra gli uomini, preludio della Pentecoste, inizia la storia della Chiesa e apre la diffusione del cristianesimo nel mondo. Indipendentemente dalla veracità di quest’ultima storia, riporta al fatto che Gesù ha calpestato davvero questa Terra e la Sua presenza resta con noi, anche dopo l’Ascensione. Insegnate loro le cose che vi ho insegnato e battezzatele”. Egli è il Signore, che regna ormai con la sua umanità nella gloria eterna di Figlio di Dio e intercede incessantemente in nostro favore presso il Padre. L'Ascensione è un affresco (200x185 cm) di Giotto, databile al 1303-1305 circa e facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova. In un’ampolla del tesoro del Duomo di Monza, Cristo ascende in cielo, secondo una tipica iconografia orientale, assiso in trono; in altre raffigurazioni Egli ascende al Cielo fra uno stuolo di Angeli, di fronte agli sguardi estatici degli Apostoli e della Vergine. [6], Nell'ambito di tale gerarchia, la differenza tra un «maestro asceso» ed un essere umano è la stessa che intercorre tra l'essere umano ed un animale, o persino una pianta. È anche il secondo dei Misteri Gloriosi del Santo Rosario. Più chiari ancora gli Atti, che nominano esplicitamente il monte degli ulivi, poiché dopo l'ascensione i discepoli «ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli Ulivi, che è vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato.»(Atti 1:12) La tradizione ha consacrato questo luogo come il Monte dell'Ascensione. In Italia, invece, è ricompresa fra le festività soppresse.[1]. Mi ha fatto capire l’ascensione di Gesù . Non solo Dio abita in alto, ma ha scelto i luoghi elevati per stabilirvi la sua dimora; anche per andare ai suoi santuari bisogna ‘salire’. L'ASCENSIONE DI GESU' AL CIELO GESU' ASCENDE IN CIELO DAL CENTRO ANTI-BLASFEMIA Atti degli Apostoli - Capitolo 1,1-14 [1]Nel mio primo libro ho gia trattato, o Teòfilo, di tutto quello che Gesù fece e insegnò dal principio L’episodio è descritto dai Vangeli di Marco e Luca e negli Atti degli Apostoli. Amen. Oltre il quarto livello anche per gli attuali mortali si avrebbe la possibilità, attraverso un'adeguata disciplina che consenta di liberarsi dal proprio karma, di aggiungersi alla schiera di questi maestri ascesi. Nel Rito ambrosiano, però, si celebra il giovedì. Ascensione di Gesù al cielo, festa del nostro destino ... Quella di Gesù e del Padre suo è una nuova presenza, una presenza diversa. Poi nelle alterne vicende che videro nei secoli contrapposti Musulmani e Cristiani, Arabi e Crociati, alla fine le basiliche furono distrutte; nel 1920-27 per voto del mondo cattolico, sui resti degli scavi fu eretto un grandioso tempio al Sacro Cuore, mentre l’edicola rotonda della chiesa di Poemenia, divenne dal secolo XVI una piccola moschea ottagonale. Chiunque toccherà le falde sarà messo a morte”. 2. L’Ascensione nell’arte Il racconto scritturale dell’Ascensione di Gesù Cristo e la celebrazione liturgica di questo mistero, ispirarono numerose figurazioni, che possiamo trovare in miniature di codici famosi, fra tutti l’Evangeliario siriano di Rabula nella Biblioteca Laurenziana di Firenze, e in mosaici ed avori a … [3], Nella dottrina teosofica fondata da Madame Blavatsky, in particolare, il concetto di ascensione è strettamente connesso con quello di iniziazione e con la gerarchia ontologica in cui viene suddivisa la realtà universale nel suo complesso. Preghiera per l’Ascensione di Gesù al cielo. Nella Chiesa ortodossa l'Ascensione è una delle 12 grandi feste. Prima di salire in cielo egli, per mezzo dello Spirito Santo aveva dato istruzioni a … E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine». Twitter. È compreso nelle Storie della Passione di Gesù del registro centrale inferiore, nella parete sinistra guardando verso l'altare. Mail. Periodici San Paolo S.r.l. Il calendario liturgico della Chiesa cattolica presenta due celebrazioni con nomi simili e significati analoghi, ma sostanzialmente diverse: l’Ascensione di Gesù, che celebriamo 40 giorni dopo la Pasqua, e l’Assunzione di Maria, che si celebra il 15 agosto. L’ascensione di Gesù, che si celebra 40 giorni dopo Pasqua, è una delle feste più importanti e solenni della Chiesa. nel Camposanto di Pisa; una terracotta di Luca Della Robbia (1400-1482) nel Museo Nazionale di Firenze; un affresco di Melozzo da Forlì († 1494) ora nel Palazzo del Quirinale a Roma; una tavola del Mantegna (1431-1506) a Firenze, Galleria degli Uffizi; una pala del Perugino († 1523) ora nel Museo di Lione; il noto affresco del Correggio († 1534) nella cupola della Chiesa di S. Giovanni a Parma; l’affresco del Tintoretto († 1594) nella Scuola di S. Rocco a Venezia. Il catechismo della Chiesa Cattolica dà all’Ascensione questa definizione: “Dopo quaranta giorni da quando si era mostrato agli Apostoli sotto i tratti di un’umanità ordinaria, che velavano la sua gloria di Risorto, Cristo sale al cielo e siede alla destra del Padre. Nel Nuovo Testamento, lo stesso Gesù “sale” a Gerusalemme con i genitori, quando si incontra con i dottori nel Tempio e ancora “sale” alla città santa, quale preludio all’”elevazione” sulla croce e alla gloriosa Ascensione. Gli altri autori accennano solo saltuariamente al fatto o lo presuppongono, lo stesso s. Paolo pur conoscendo il rapporto tra la Risurrezione e la glorificazione, non si pone il problema del come Gesù sia entrato nel mondo celeste e si sia trasfigurato; infatti nelle varie lettere egli non menziona il passaggio dalla fase terrestre a quella celeste. Fino al 1977 in Italia era anche festa civile In Italia previo accordo con lo Stato Italiano, che richiedeva una riforma delle festività, per eliminare alcuni ponti festivi, la Conferenza episcopale italiana ha fissato la festa liturgica e civile, nella domenica successiva ai canonici 40 giorni dopo Pasqua. Grembiulini a scuola: siete d'accordo o contrari? L’Ascensione secondo Luca, avvenne sul Monte degli Ulivi, quando Gesù con gli Apostoli ai quali era apparso, si avviava verso Betania, dopo aver ripetuto le sue promesse e invocato su di loro la protezione e l’assistenza divina, ed elevandosi verso il cielo come descritto prima (Atti, 1-11). L'Ascensione di Gesù Scopri quando cade l'Ascensione di Gesù in Italia, negli anni 2019, 2020 e 2021 L’Ascensione è l’evento durante il quale si ricorda la salita al cielo di Gesù Cristo. La Blavatsky affermava di conoscerne sette, mentre Alice Bailey sosteneva fossero circa sessanta. Nella tradizione cristiana nel giorno dell'Ascensione si celebra l'ascesa al cielo di Gesù e ricorre quaranta giorni dopo la sua morte e resurrezione. Se dunque il mistero dell’ascensione, con il suo “è asceso al cielo” (At 1,11), ci conduce a un’assenza di Gesù, allora l’ascensione ci può accompagnare all’interno del mistero stesso dell’incarnazione e alla relazione del Verbo con la corporeità umana: «che ne è, da allora in poi, del corpo di Gesù… Gesù è salito al Cielo anche per preparare un posto agli esseri umani. Per la Chiesa cattolica e le Chiese protestanti, l’Ascensione si colloca di norma 40 giorni dopo la Pasqua, cioè il giovedì della sesta settimana del Tempo pasquale, ovvero quello successivo alla VI domenica di Pasqua. Calendario per l'anno 2021 Calendario per Maggio 2021 Vacanze nel 2021 Capodanno Martedì grasso Festa del battesimo del Signore Al giorno dell’Ascensione si collegano molte feste popolari italiane in cui rivivono antiche tradizioni, soprattutto legate al valore terapeutico, che verrebbe conferito da una benedizione divina alle acque . Da lì, in sella a Buraq, una cavalcatura volante, avrebbe asceso i sette Cieli incontrando i profeti che l'avevano preceduto, tra cui Mosè e Gesù; infine sarebbe stato ammesso al cospetto di Allah. Preghiera per l'Ascensione di Gesù La tua ascensione al cielo, Signore, mi colma di gioia perché è finito per me il tempo di stare a guardare ciò che fai e comincia il tempo del mio impegno. [4][5], Vi sarebbero a ogni modo diverse tipologie di maestri a seconda del numero dei regni spirituali ai quali costoro siano riusciti ad accedere superando le rispettive iniziazioni. Con la solennità dell’Ascensione di Gesù al Cielo si conclude la vita terrena di Gesù che con il suo corpo, alla presenza degli apostoli, si unisce fisicamente al Padre, per non comparire più sulla Terra fino alla sua Seconda venuta (Parusìa) per il Giudizio finale. Chi merita di vincere Sanremo quest'anno? GESÙ: LA VIA, LA VERITÀ, LA VITA In centinaia vedono Gesù prima della Pentecoste Dopo essere stato risuscitato e prima di ascendere al cielo, Gesù ribadisce ai suoi discepoli che riceveranno un dono da Dio e spiega come lo dovranno utilizzare. [5], In questa loro nuova condizione, essi hanno trasceso la fisicità propria del mondo sublunare terrestre, ascendendo alle superiori dimensioni eterica, astrale o spirituale, ma avrebbero deciso per amore del genere umano di assumersi la responsabilità di «dirigere, proteggere e aiutare a diffondere la luce sul pianeta Terra»[7] continuando regolarmente a incarnarsi in corpi umani, pur non avendone più bisogno per la loro specifica evoluzione. V. Il tema dell’Ascensione, si adattò bene al ritmo verticaleggiante dei timpani, sovrastanti le porte delle chiese romaniche e gotiche; esempio insigne il timpano della porta settentrionale della cattedrale di Chartres (XII sec.). [9], Oltre alla differenza nella scala gerarchica, ogni maestro sarebbe inoltre portatore, secondo il gergo teosofico, di uno specifico «raggio», cioè di una delle sette emanazioni divine con cui l'Assoluto si esplica irraggiandosi sulla Terra. Il termine è anche utilizzato nell'ambito della new age come sinonimo di evoluzione o crescita spirituale. [4][5], Sempre nella teosofia, l'espressione maestro asceso si riferisce a degli esseri particolarmente illuminati che si sono già evoluti a partire da precedenti incarnazioni, in cui anch'essi sono stati dei comuni esseri umani, i quali però, dopo aver attraversato un processo di trasformazione spirituale, chiamato «iniziazione», avrebbero acquisito un rango più elevato, salendo o appunto «ascendendo» di uno o più gradi nella gerarchia della realtà universale. Nel Corano[2] si narra che una notte Maometto fu svegliato da un angelo e trasportato nella spianata del Tempio di Gerusalemme. - Tutti i diritti riservati, Andrea Mantegna, Ascensione, 1460, Galleria degli Uffizi, Firenze. di Gesù Cristo, mentre nei due versetti del salmo 110 ravvisa la profezia dell’Ascensione e della glorificazione di Gesù stesso. Il comando di Iavhè non si riferisce tanto ad una salita locale, ma ad un avvicinamento spirituale; bisogna prima purificarsi e raccogliersi per poter udire la sua voce. San Giovanni nel quarto Vangelo, pone il trionfo di Cristo nella sua completezza nella Resurrezione, e del resto anche gli altri evangelisti dando scarso rilievo all’Ascensione, confermano che la vera ascensione, cioè la trasfigurazione e il passaggio di Gesù nel mondo della gloria, sia avvenuta il mattino di Pasqua, evento sfuggito ad ogni esperienza e fuori da ogni umano controllo. Nella tradizione cristiana nel giorno dell'Ascensione si celebra l'ascesa al cielo di Gesù e ricorre quaranta giorni dopo la sua morte e resurrezione. Secondo una concezione spontanea e universale, riconosciuta dalla Bibbia, Dio abita in un luogo superiore e l’uomo per incontrarlo deve elevarsi, salire. L’ascensione di Gesù, che si celebra 40 giorni dopo Pasqua, è una delle feste più importanti e solenni della Chiesa. L’Ascensione è l’evento durante il quale si ricorda la salita al cielo di Gesù Cristo. Noi cattolici crediamo che sia presente nell’Ostia consacrata a Messa, realizzando le parole: “ Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi ” (Giovanni 14, 18). Senso biblico del termine ‘Ascensione’ Secondo una concezione spontanea e universale, riconosciuta dalla Bibbia, Dio abita in un luogo superiore e l’uomo… Cod. Così lungo tutta la Bibbia, i riferimenti al “salire” sono tanti e continui e quando Gerusalemme prende il posto degli antici santuari, le folle dei pellegrini ‘salgono’ festose il monte santo; “Ascendere” a Gerusalemme, significava andare a Iavhè, e il termine, obbligato dalla reale posizione geografica, veniva usato sia dalla simbologia popolare per chi entrava nella terra promessa, come per chi ‘saliva’ nella città santa. E avvenne che nel benedirli si staccò da loro e fu portato verso il cielo” (XXIV, 50-51). Si comprende perciò perché la nascente Chiesa ebreo-cristiana di Gerusalemme considerò questi due eventi inscindibili uno dall’altro. Quindi l’Ascensione raccontata da Luca, Marco e dagli Atti degli Apostoli, non si riferisce al primo ingresso del Salvatore nella gloria, quanto piuttosto l’ultima apparizione e partenza che chiude le sue manifestazioni visibili sulla terra. Nel cristianesimo, il termine Ascensione è usato solo per Gesù; nel caso di Maria, che secondo la tradizione e la dottrina cattolica fu trasferita in cielo con il corpo, si parla di Assunzione.